Palazzo Schifanoia a Ferrara

Il nome di questo palazzo non è stato scelto a caso: Alberto V d’Este lo fece costruire nel 1835 come luogo di ozio in cui schivar la noia ma fu Borso d’Este a dare al palazzo il tocco che oggi lo rende famoso. Palazzo Schifanoia a Ferrara Investito del titolo duca di Ferrara da papa … Continua la lettura di Palazzo Schifanoia a Ferrara

Il nome di questo palazzo non è stato scelto a caso: Alberto V d’Este lo fece costruire nel 1835 come luogo di ozio in cui schivar la noia ma fu Borso d’Este a dare al palazzo il tocco che oggi lo rende famoso.

Palazzo Schifanoia a Ferrara
Investito del titolo duca di Ferrara da papa Paolo II, decise di festeggiare il suo potere con un salone ducale decorato con un eccezionale ciclo di affreschi. Nasce così il Salone dei Mesi, il più grande ciclo rinascimentale di affreschi pagani in cui, più o meno allegoricamente, si celebra il buon governo del duca attraverso la mitologia e l’astrologia. Per realizzare l’opera in poco meno di un anno, il duca chiamò a lavorare artisti dell’”Officina ferrarese” tra i quali Francesco del Cossa ed Ercole dè Roberti. Il salone è lungo 24 metri, largo 11 e alto 7,5 e il ciclo dei mesi dell’anno inizia sulla parete sud. Ovviamente il protagonista è il Duca che viene incoronato, governa, trionfa, dà una moneta al povero e così via. A causa del terremoto dell’Emilia del 2012 attualmente sono visitabili solo il Salone dei Mesi e la successiva Sala degli Stucchi.