Palazzo dei Diamanti a Ferrara

Non è difficile comprendere perché il Palazzo dei Diamanti di Ferrara si chiami così: 8500 blocchi di marmo bianco striati di rosa formano la sua struttura esterna. Una composizione magnifica, progettata nel 1493 da Biagio Rossetti per creare insolite prospettive ed effetti di luce. Palazzo dei Diamanti a Ferrara Il Palazzo fu l’opera centrale della … Continua la lettura di Palazzo dei Diamanti a Ferrara

Non è difficile comprendere perché il Palazzo dei Diamanti di Ferrara si chiami così: 8500 blocchi di marmo bianco striati di rosa formano la sua struttura esterna. Una composizione magnifica, progettata nel 1493 da Biagio Rossetti per creare insolite prospettive ed effetti di luce.

Palazzo dei Diamanti a Ferrara
Il Palazzo fu l’opera centrale della cosiddetta “Addizione Erculea”, cioè l’allargamento della città voluto da Ercole d’Este. All’interno il Palazzo presenta un bel cortile rinascimentale con chiostro e pozzo. Il palazzo ospita importanti mostre temporanee organizzate dalle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara, mentre al primo piano l’edificio ospita la Pinacoteca Nazionale di Ferrara, che conserva una collezione di opere di eccezionale valore. Sono presenti opere di Cosmè Tura (Martirio e Giudizio di San Maurelio), Andrea Mantegna (Cristo con l’Animula della Vergine), Ercole de Roberti e Dosso Dossi. Il Palazzo ospita spesso grandi mostre di richiamo internazionale.